RealAudio
MP3 (903 KB)

.01 Terre Differenti (musica: Armani, Conti, Sannino - testo: Armani)

Ancora una volta ho sognato terre differenti
lontane, perse oltre il diaframma delle mie iridi
la mia pelle diversa, le mani di nera polvere
ancora una volta una geografia aliena a me nota da sempre
da cui il mio volto d'argilla nasce e in essa torna
respirando nostalgie di futuri mai nati
Madre Terra

Madre Terra
i miei passi affondano nel suolo seguendo sconosciuti sentieri di un rito eterno
specchio oscuro di un mare lontano

E la mia bocca vomita parole di pietra, materia che plasma nuove e antiche alchimie
per modellare il vaso della fantasia
in riti di sabbia
in deserti di ghiaccio

Madre Terra
a cui aggrapparsi e su cui chinarsi dopo infinite derive in oceani di sale

Ancora una volta in terre differenti

Top

RealAudio
MP3 (748 KB)

.03 Kam ma kam (musica e testo: Armani)

Kam ma kam   kam ma kam   kam ma kam
Kam ma kam   kam ma kam   kam ma kam

Ascolta il vento
cattura le stelle
mentre giaccio a terra

Attraverso le ali dell'alba
canterò
alle duna
il mio amore disperato

Così freddo
così oscuro
è il sangue
della Terra cuore?

Una paura
una carezza
uno di noi

Due mani
troppo presto
per cancellare la speranza

Kam ma kam   kam ma kam   kam ma kam
Kam ma kam   kam ma kam   kam ma kam

Pietra dei sogni
oscuro il Sole
io ti chiamo in vano

Attraverso le onde del dolore
griderò
alla terra
il mio amore perduto

Per toccare
le tue mani
ancora
nella notte
di questa speranza deserta

Top

RealAudio
MP3 (795 KB)

.05 Oltre le dune (musica: Armani, Sannino - testo: Armani)

Oltre le dune
forse non sarò più sola

Oltre le dune
incontrerò nuove genti
altri solitari mi vedranno

Lontano dai deserti di cobalto
e tramonti incandescenti
ci sarà la vita
altri esseri

Oltre queste notti di ghiaccio
ti incontrerò
mi stringerai a te

Troppo a lungo ho mangiato
l’amaro fiore della solitudine

Oltre le dune
ci ameremo ancora
non saremo più soli

Oltre le dune
ridendo del cielo e dei pianeti
saremo vivi

Top

RealAudio
MP3 (699 KB)

.06 Sotto lune di giada (musica: Armani, Antonini - testo: Armani)

Lune di giada   nulla è reale
Lune di giada   nulla è reale
respirando
Lune di giada   nulla è reale
ridendo
Lune di giada   nulla è reale
cadendo
Lune di giada   nulla è reale
sognando
Lune di giada   nulla è reale


Sotto lune di giada
gioia vita
stringere l’oceano in una mano
lontano da questi crateri di nulla

Nella torre delle visioni
se potessi toccare l'incenso delle tue porole
le nuvole e il mare

Siamo occhi e volti inermi
mani senza più speranza
chiuse in gusci di polvere
in esilio

Top

RealAudio
MP3 (576 KB)

.07 Lune infrante (musica: Armani, Antonini - testo: Armani)

Viviamo la nostra vita sognata da altri
amiamo e soffriamo virtuali
quando l’illusione è più vera della realtà
respirando cadendo

Vorrei baciare i tuoi occhi di loto
quando tutto è sogno
nell'impossibile desiderio di toccare la tua pelle di cristallo

Top

RealAudio
MP3 (681 KB)

.10 Danze alla Luna (musica: Armani, Sannino - testo: Armani)

Come nera e dura terra
il dolore è attorno
vuote, le città deserte
negli occhi nessuna vita

Nel silenzio nulla si muove, nulla vive
solo corpi immobili, pensieri e sguardi congelati

Passano i millenni
niente muta
il destino è inesorabile,
senza futuro
solo questo lamento plumbeo come notti eterne
e respiri di paura

Verrà un sogno
una speranza
e saremo liberi, vivi ancora

Oltre questo deserto di dolore
nelle rovine della mia mente
lacrime cristallizzate, urla di silenzio
vuoto e solitudine eterna

Solo il nero gelo di questa falsa vita
corpi e vuoti gesti paralizzati
mentre il giorno non viene mai

Ecco, i volti si sollevano e guarderanno un nero cielo
i corpi si scuotono dalla paralisi
Ecco le mani si tendono, si muovono di nuovo
e saremo noi, in un cerchio di vita

Verrà un sogno, una speranza
e saremo noi, saremo donne e uomini
ancora una volta come in ...

più su, il mio corpo vola
in alto sarò
più su, il tuo corpo plana
in alto salirai
e danzerò alla Luna
danzo, danzo ancora
e danzerai alla Luna
canta, danza ancora

Un sogno, forse
Solo un sogno? Si,un sogno propabilmente
Solo un sogno?

Top

RealAudio
MP3 (521 KB)

.11 Persa nel suo mondo (musica: Armani, Sannino - testo: Armani)

Osservo il suo volto in una foto
l’acqua di una fontana la protegge
così lontana da noi, persa in un mondo tutto suo
forse sogna città incantate

Persa nel suo mondo di sogni
non potrò mai toccare la sua mente
Persa nel suo mondo di colori
come desidero raggiungere la sua anima

Via, lontano dall’oscurità
volando sulle ali del mio rimpianto

Persa nel suo giardino segreto
non potrò mai raggiungere la sua mente
Persa nel suo giardino interno
vorrei toccare la sua anima

Cadendo da cieli oscuri di nulla
ecco sto sognando altri mondi

Top

RealAudio
MP3 (730 KB)

.12 Schegge di realtà (musica e testo: Armani)

Schegge di realtà nelle orme del sogno
il nostro amore modella l’ambra delle notti
in un gioco perverso
quando pianeti di cobalto
illuminano la simmetria di torri di alabastro
e la vita è una danza sottile
che oscilla nella rete delle emozioni
e la morte è una speranza infranta
che cade come le ceneri dell'illusione

 
sognando di esistere ancora
 
sognando di esistere ancora
 
rubando schegge di passato
 
toccarti ancora
 
mentre piovono gocce di futuro

Quando l’eternità è un frammento di nulla
e il presente corrode anche le memoria del tempo
i nostri ricordi sono fotogrammi (inganni)
nella lamina della coscienza (nel diaframma)
rubati in questo labirinto di morte
costretti a ripetere gli stessi gesti
i tuoi occhi, le tue carezze

 
sognando di esistere ancora
 
sognando di esistere ancora
 
protesa come una statua di giada bianca
 
attendo invano il tuo ritorno
 
nel vento

Lucida follia a squarciare questo incubo eterno
in cui non ho bocca e devo urlare
senza più lacrime da piangere

Top

RealAudio
MP3 (634 KB)

.13 Città di sogno (musica: Armani, Sannino - testo: Armani)

Ancora una volta vi ho sognato città invisibili
perse oltre l’orizzonte del tempo

Ho viaggiato in mille corpi
e vissuto un milione di altre vite
per giungere a voi
città di sogno

Oltre i cancelli del delirio troverò
le vostre torri, che come cristalli di tenebra
si specchiano in albe di smeraldo

Alle porte del vuoto scoprirò
le città del crepuscolo
come fragili chimere
nel desiderio di viaggiatori

Infranti i confini dell’incubo
sentirò le vostre fontane
cantare nostalgie di futuro

Cupole e minareti
sono miraggi che risplendono
come neri diamanti nello specchio della notte
incandescente

Luci opache come stelle oscure
schegge di fantasia
le strade sono foreste incantate
liquidi labirinti

L’oblio è lo sguardo di pietra
di ponti d’alabastro
che come dita protese nel vuoto
aspettano su oceani di polvere
mentre fiumi pensieri scorrono sotto
alte guglie a trafiggere l’orizzonte
di elettriche opalescenze

Divorato dall’ansia
il mio sguardo è riflesso
da vetri d’acqua salata

Lontano un orologio si liquefà all’orizzonte
mentre cristalli di cielo
piovono sui giardini della follia
e lame d’ombra attraversano
metafisiche geometrie

Ecco la vita esplode nei vostri ventri
voci infrangono silenzi eterni
volti danzano nella strada
e sono grida di bambini, colori

Mostratemi il vostro cuore
finché le acque della morte
non disseteranno il mio delirio

Le dighe dell’anima sono infrante
Oh, notte di gioia selvaggia
l’amore ininterrotto è in volo !

In vortici di desiderio
annega il mio pensiero
la passione brucia la mia anima
come fiamma di ghiaccio
e il vostro respiro diviene l’urlo della vita

Ma il durare di questo mondo di sabbia
è un vento che passa veloce
presto il Silenzio è attorno

Come lontane memorie perse nel tempo
i vostri palazzi si sciolgono
alla luce della realtà

Città di luce dimenticate per sempre
abbandonate dai viaggiatori
la vostra memoria è solo un miraggio

Suona il canto del giorno morente
i sogni del passato sono infranti
e mai torneranno

A mani aperte
udrò il respiro del grande silenzio

Lame d’oscurità inghiottono
le città, ora immobili
e resta solo l’oblio di questo silenzio assordante

Come una giungla di sabbia eterna
il tempo ricopre tetti e piazze paralizzate

Non resta più nulla,
neanche il ricordo di questo sogno

Top

   
2005 Opensound Music. All rights reserved. Copying prohibited.